Antidoping, Cannavaro positivo. Juve: un farmaco

giovedì 8 ottobre 2009 21:12
 

ROMA (Reuters) - Il calciatore delle Juventus e capitano della Nazionale Fabio è risultato positivo ad un test antidoping, dopo aver chiesto l'esenzione a fini terapeutici. Lo riferiscono il Coni e la stessa Juve.

Nel pomeriggio, con un comunicato, il Comitato olimpico aveva annunciato che un giocatore azzurro, senza indicarne il nome, era risultato positivo al test antidoping. Ma dopo che diversi media hanno fatto il nome di Cannavaro, il club bianconero è uscito allo scoperto con un comunicato.

Nella nota, la Juventus precisa che il settore medico della squadra ha agito nel rispetto delle prescrizioni sanitarie e delle regole deontologiche, "intervenendo in via d'urgenza - nello scorso mese di agosto - in seguito all'aggravarsi del quadro clinico conseguente a una puntura d'insetto. In tale occasione venne attuata una terapia farmacologia indispensabile per prevenire eventuali complicanze, anche letali".

La nota aggiunge che il giocatore e lo staff medico della Juventus saranno come di consueto "a disposizione della Procura per chiarire quanto prima questa vicenda, compresi eventuali disguidi documentali".

Il Coni, in base alle vigenti norme antidoping, "ascolterà quanto prima l'atleta e il medico curante. All'esito la Procura adotterà i provvedimenti del caso", si legge sul sito del comitato olimpico.

"Il Comitato per l'Esenzione ai Fini Terapeutici (Ceft) del Coni ha richiesto l'integrazione, con certificato del medico che ha effettuato la terapia o del Pronto Soccorso, della documentazione inviata" per la richiesta di esenzione inoltrata dal tesserato.

 
<p>Il capitano della Nazionale Fabio Cannavaro. REUTERS/Giampiero Sposito</p>