Striscia di Gaza, Hamas vieta alle donne di salire in moto

giovedì 8 ottobre 2009 13:08
 

GAZA (Reuters) - L'organizzazione palestinese Hamas, che controlla la Striscia di Gaza, ha detto che dietro alla decisione di vietare alle donne la possibilità di guidare scooter e motociclette ci sono motivi di sicurezza e di tradizioni sociali e non motivi religiosi.

Con una decisione che farebbe decisamente scalpore a Roma o Rio de Janeiro, il ministro dell'Interno ha annunciato l'intenzione di vietare alle donne di salire su un mezzo a due ruote, anche solo come passeggere, per limitare gli incidenti e "proteggere i valori della comunità".

Il portavoce del ministro Ehab Al-Ghsain ha detto che questa decisione è maturata dopo aver scoperto che la presenza di donne su mezzi a due ruote è risultata la prima causa degli incidenti delle ultime settimane.

"Abbiamo intrapreso una serie di misure volte a limitare gli incidenti e, di conseguenza, la perdita di vite umane. Gli uomini che guidavano una moto con a bordo una donna hanno causato numerosi incidenti ultimamente e, in più, questa consuetudine non si sposa con le nostre tradizioni sociali", ha detto il portavoce.

Alcuni gruppi per i diritti umani sostengono che Hamas stia in realtà progressivamente imponendo un rigido codice di condotta islamico agli abitanti di Gaza, che sono circa 1,5 milioni.

Le coppie, per esempio, si sono lamentate di essere state fermate dalla polizia e di aver dovuto mostrare un documento che certificasse il loro matrimonio e agli uomini è stato anche detto di coprirsi in spiaggia.

 
<p>Alcuni palestinesi a bordo di una moto nella Striscia di Gaza. REUTERS/Mohammed Salem</p>