Usa sono il paese più ammirato al mondo, Italia al sesto posto

martedì 6 ottobre 2009 08:20
 

di Patricia Reaney

NEW YORK (Reuters) - Gli Stati Uniti sono il Paese più ammirato a livello globale, soprattutto grazie al presidente Barack Obama e al suo governo, mentre l'Italia si trova al sesto posto.

Lo rivela una nuova indagine.

Gli Usa sono saliti di sette posizioni rispetto all'anno scorso, davanti a Francia, Germania, Regno Unito e Giappone, che completano la top 5 del Nation Brand Index (Nbi). L'Italia è sesta per il secondo anno di seguito.

"La cosa interessante è che in tutti i miei anni di studi sulla reputazione di un paese, non ho mai visto una nazione scalare così tante posizioni come è successo per gli Stati Uniti nel 2009", ha commentato Simon Anholt, fondatore dell'Nbi, che misura ogni anno l'immagine globale di 50 nazioni.

La reputazione degli Usa -- sostiene Anholt -- ha risentito negli anni scorsi delle impopolari politiche estere della precedente amministrazione di George W. Bush, ma con l'elezione di Obama, e nonostante i problemi economici, lo status del Paese è cresciuto in tutto il mondo.

"Non c'è altra spiegazione", ha detto Anholt in un'intervista, parlando del ruolo di Obama in questo cambiamento d'immagine.

All'indagine -- condotta da Gfk Roper Public Affairs & Media -- hanno partecipato 20.000 persone in 20 paesi ricchi e in via di sviluppo di tutto il mondo: i partecipanti hanno dovuto stilare una classifica delle 50 nazioni in base a cultura, governo, popolazione, esportazioni, turismo, istruzione e paesaggio.

Il Canada è il paese che ha perso più posizioni rispetto all'anno scorso, passando dal quarto al settimo posto, mentre la Cina -- che ha sempre ottenuto punteggi bassi su diritti umani e politiche ambientali, ma alti in materia di cultura -- è salita in 22esima posizione, secondo Anholt anche grazie alle Olimpiadi di Pechino.

 
<p>Gli Stati Uniti sono il Paese pi&ugrave; ammirato a livello globale, soprattutto grazie al presidente Barack Obama. REUTERS/Joshua Roberts (UNITED STATES POLITICS)</p>