Polanski, regista accettò pagare a vittima 500mila dollari

domenica 4 ottobre 2009 15:15
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Roman Polanski ha accettato di pagare alla vittima di un caso di violenza sessuale, per cui è stato recentemente arrestato in Svizzera, almeno 500.000 dollari, nell'ambito di un accordo in sede civile raggiunto oltre 20 anni dopo la fuga del regista dagli Stati Uniti.

Lo scrive il Los Angeles Times.

Polanski raggiunse un accordo confidenziale nel 1993 con Samantha Geimer, scrive il giornale, citando alcuni documenti.

Secondo il quotidiano, non è chiaro se il regista abbia poi pagato: sulla base dell'ultimo documento, dell'agosto 1996, Polanski all'epoca doveva ancora a Geimer 604.416 dollari.

Geimer, dice il Times, ha ammesso di avere raggiunto un accordo con il regista.

Polanski, 76 anni, è stato arrestato in Svizzera lo scorso fine settimana sulla base di un mandato di cattura emesso dagli Stati Uniti. I suoi avvocati dicono che si batterà contro l'estradizione in America, dove rischia il carcere dopo essersi dichiarato colpevole di fronte all'accusa di aver abusato sessualmente di Geimer, all'epoca dei fatti 13enne, nel 1977.