Navi dei veleni, Legambiente presenta magliette antimafia

sabato 3 ottobre 2009 18:40
 

ROMA (Reuters) - Legambiente ha presentato stamani a Reggio Calabria delle magliette antimafia con gli slogan "Navi dei veleni", "I boss avvelenano la Calabria", "Affondiamo la 'Ndrangheta", per tenere viva l'attenzione sulla vicenda delle navi affondate cariche di rifiuti radioattivi.

"Fatti gravissimi, tornati all'onore delle cronache con il recente ritrovamento della motonave Cunsky sui fondali di fronte a Cetraro, denunciati da Legambiente sin dal 1994 e sui quali l'associazione ritiene che si debba fare chiarezza al più presto riaprendo indagini chiuse troppo in fretta", si legge in una nota, in cui si ricorda che il coinvolgimento della mafia in questo traffico emerse da un'intercettazione agli atti della Direzione investigativa antimafia.

Per non dimenticare, tra le altre iniziative, Nuccio Barillà ed Enrico Fontana, del direttivo nazionale di Legambiente e coordinatori del Comitato per la verità sui traffici internazionali di rifiuti tossici e radioattivi, hanno presentato una proposta di delibera bipartisan per intitolare il lungomare di Reggio Calabria a Natale De Grazia, il capitano di fregata nato nel capoluogo calabrese e morto nel 1995 in circostanze misteriose mentre stava indagando, su disposizione della Procura di Reggio Calabria, sull'affondamento di alcune navi cariche di rifiuti.