Usa, David Letterman vittima di tentativo estorsione

venerdì 2 ottobre 2009 11:46
 

NEW YORK (Reuters) - Il conduttore americano David Letterman ha detto di essere stato vittima di un tentativo di estorsione di due milioni di dollari, da parte di un uomo che lo ha minacciato di scrivere un copione su presunti scandali tra il conduttore e sue collaboratotrici.

Un membro del cast di "48 Hours", show che va in onda sulla Cbs e che parla di casi giudiziari reali, è stato arrestato ieri con l'accusa di essere coinvolto in questa vicenda, come confermato dalla stessa Cbs in un comunicato.

Letterman ha parlato dell'episodio in pubblico, durante il suo "Late Show with David Letterman", tra l'altro anch'esso in onda sulla Cbs, e ha detto di aver trovato un pacchetto in macchina circa tre settimane fa, con il quale un uomo lo avvertiva di essere a conoscenza dei suoi scandali sessuali e chiedeva due milioni di dollari per non divulgare la notizia.

Lo stesso Letterman ha riportato quanto c'era scritto sul biglietto: "So che fai alcune cose veramente terribili, e lo posso provare".

"Infatti - ha aggiunto Letterman - nel pacchetto c'erano prove che faccio cose terribili".

Il conduttore 62enne, sposatosi di recente, ha detto di aver concordato con il suo avvocato di incontrare quest'uomo, che aveva progettato di scrivere un copione e un libro su "tutte le cose terribili", a meno che Letterman non avesse pagato la cifra indicata.

"La cosa terribile cui ci si riferisce riguarda miei rapporti sessuali con donne che lavorano con me allo show", ha detto Letterman ad un pubblico basito.

"Ebbene si, l'ho fatto. Sarebbe stato imbarazzante se questa storia fosse stata resa pubblica? Può darsi, soprattutto per le donne".

"E' stata un'esperienza bizzarra. Credo di dover proteggere queste persone. Certamente devo proteggere la mia famiglia e me stesso. E spero di proteggere il mio lavoro", ha concluso Letterman.