Cinema, "Baaria" di Tornatore candidato italiano agli Oscar

martedì 29 settembre 2009 14:42
 

MILANO (Reuters) - E' "Baaria", il kolossal di Giuseppe Tornatore che traccia un affresco sulla Sicilia dai primi del 1900 ad oggi, il candidato italiano alla corsa all'Oscar per il miglior film in lingua non inglese.

Ne dà notizia l'Anica (Associazione nazionale della industrie cinematografiche, audiovisive e multimediali) che, in qualità di rappresentante dell'Academy of Motion Pictures Arts and Science - l'organismo americano che presiede all'assegnazione dell'ambita statuetta - ha nominato la commissione che oggi ha preso la decisione.

"Baaria" ha prevalso su altri quattro film candidati dalle società di produzione -- "Fortapasc" di Marco Risi, "Il Grande Sogno" di Michele Placido, "Si può fare" di Giulio Manfredonia e "Vincere" di Marco Bellocchio -- e dovrà ora superare altre due selezioni per ottenere la nomination.

La nomina dei cinque film che si contenderanno la statuetta - spiega l'Anica - sarà effettuata il 2 febbraio 2010, mentre la cerimonia di consegna degli 82esimi Premi Oscar si svolgerà il 7 marzo.

"Baaria" - prodotto da Medusa e costato 25 milioni di euro, nove mesi di preparazione e 25 settimane di riprese - racconta la storia di tre generazioni di una famiglia di Bagheria, centro del Palermitano.

La pellicola, nei cinema dal 25 settembre, vanta un cast di eccezione ma ha due esordienti come protagonisti: Francesco Scianna e Margareth Madè.

La colonna sonora è opera del premio Oscar Ennio Morricone.

 
<p>Il regista Giuseppe Tornatore e i due giovani protagonisti di "Baaria", Margareth Made e Francesco Scianna. REUTERS/Tony Gentile</p>