Francia,ex premier querela Sarkozy per dichiarazioni su processo

lunedì 28 settembre 2009 16:48
 

PARGI (Reuters) - I legali dell'ex primo ministro francese Dominique de Villepin hanno avviato oggi un'azione legale contro il presidente Nicolas Sarkozy per aver definito Villepin "colpevole" nel corso di un'intervista.

Villepin è accusato di aver cercato di boicottare la campagna di Sarkozy alla presidenza nel 2007 implicandolo in uno scandalo di corruzione attraverso documenti falsi dell'istituzione finanziaria Clearstream, con sede in Lussemburgo.

L'ex primo ministro sostiene di non aver commesso alcun reato e accusa Sarkozy di essersi accanito sul caso, dichiarando che il coinvolgimento del presidente nel processo come parte lesa civile non è coerente con il suo ruolo di capo dello Stato.

La settimana scorsa, in un'intervista trasmessa da due dei principali telegiornali della sera francesi, Sarkozy ha detto che i magistrati hanno "deciso che i colpevoli siano portato di fronte ad una corte penale".

Gli avvocati di Villepin sostengono che questa dichiarazione violi il principio della presunzione d'innocenza nei confronti del loro cliente, uno dei cinque imputati del caso.

"Secondo questi commenti, non c'è dubbio sulla colpevolezza degli imputati e i giudici non dovranno fare altro che dividere le responsabilità", si legge nell'atto di accusa, pubblicato sul sito web del quotidiano Le Monde.

L'ufficio del presidente non ha rilasciato commenti.

Una prima udienza si terrà nei prossimi giorni, ma ci vorranno anni prima di ottenere dei risultati, dal momento che secondo la legge francese, un presidente in carica gode di immunità fino alla fine del suo mandato.

 
<p>L'ex primo ministro francese Dominique de Villepin insieme alla moglie Marie-Laure. REUTERS/Charles Platiau (FRANCE CRIME LAW POLITICS)</p>