Malaysia chiede annullamento concerto di Beyonce

giovedì 24 settembre 2009 11:27
 

KUALA LUMPUR (Reuters) - Il partito islamico all'opposizione in Malaysia ha chiesto che Beyonce annulli il suo concerto nel paese del Sudest asiatico, due anni dopo aver impedito alla cantante americana di esibirsi per "ragioni morali".

Capita spesso che i comportamenti degli stranieri provochino le proteste del partito islamico Pan-malaysiano (Pas), la cui ala giovane è riuscita nel 2007 a far cancellare un concerto di Beyonce, e l'anno scorso ha cercato di impedire alla cantante canadese Avril Lavigne di esibirsi nel paese a maggioranza musulmana in cui vivono circa 27 milioni di persone.

"Siamo contrari all'intrattenimento occidentale che promuove l'edonismo. Non vogliamo che i nostri giovani vengano fuorviati", ha detto Ahmad Sabki, vice presidente di Pas Youth, secondo quanto riportato oggi dal quotidiano New Straits Times.

La reputazione di paese musulmano moderato della Malaysia è stata recentemente messa in dubbio dalla condanna di una donna alla fustigazione per aver bevuto una birra in un luogo pubblico.

Se le sarà permesso -- riporta il quotidiano -- Beyonce si esibirà per la prima volta in Malaysia il prossimo 25 ottobre, nel corso di una tournée mondiale.

All'inizio di questo mese la Malaysia aveva deciso di vietare ai musulmani di assistere al concerto del gruppo hip hop americano Black Eyed Peas sponsorizzato dalla Guinness, marchio di proprietà del gruppo Diageo, leader mondiale nel settore delle bevande alcoliche.

Il divieto è stato poi revocato, ma un alto funzionario ha detto che sta al "buon senso" degli individui decidere se assistere o meno all'evento.

L'atteggiamento conservatore del Pas sulle questioni culturali ha causato diversi problemi all'interno del gruppo di tre partiti dell'opposizione di cui fa parte, ha spiegato Zaid Ibrahim, politico di spicco dell'opposizione.

"E' come se per Pas Youth, gli sforzi per contrastare la corruzione, gli abusi di potere e le incitazioni al razzismo fossero meno importanti rispetto all'impedire ai giovani -- che stanno imparando ad amare e desiderano divertirsi liberamente -- di assaggiare un pizzico di libertà", ha scritto Zaid sul suo sito web (http://my zaidibrahim.wordpress.com/).

 
<p>La cantante americana Beyonce. REUTERS/Eric Thayer (UNITED STATES ENTERTAINMENT)</p>