Usa, bloccata costruzione tenda Gheddafi su terreno di Trump

mercoledì 23 settembre 2009 13:04
 

NEW YORK (Reuters) - Niente tenda nello stato di New York per il leader libico Muammar Gheddafi: quella che voleva allestire alla periferia della Grande Mela su un terreno di proprietà di Donald Trump è stata bloccata dalle autorità locali perché violava la legge.

Lo ha spiegato Joel Sachs, legale di Bedford, ricca cittadina una cinquantina di km a nord di New York.

Gheddafi, che quando viaggia all'estero fa sempre allestire delle grandi tende - durante la sua visita in Italia lo scorso giugno la fece erigere a Villa Pamphili - si trova a New York per parlare all'Assemblea Generale dell'Onu.

La tenda a Bedford era quasi pronta e le antenne satellitari erano in fase di allestimento - ha spiegato Sachs - quando un ispettore si è presentato nella proprietà di Trump, ordinando lo stop ai lavori, che ha poi dovuto essere riferito agli operai che non parlavano inglese da un assistente del magnate.

La tenda, ha continuato il legale, non ha potuto essere eretta perché mancavano i permessi necessari.

 
<p>Gheddafi in una foto d'archivio. REUTERS/Alessandro Bianchi (ITALY POLITICS BUSINESS)</p>