Iran, vietati in vetrina i manichini che mostrano le curve

mercoledì 23 settembre 2009 09:11
 

TEHERAN (Reuters) - La polizia iraniana ieri ha avvertito i negozianti di non usare manichini senza velo in testa o che mostrino le curve. Lo riporta l'agenzia stampa ufficiale Irna.

"L'uso di manichini insoliti che mostrano le curve del corpo e con le teste senza hijab è proibito nei negozi", dice in un comunicato riportato da Irna la polizia per la sicurezza morale iraniana, incaricata di fare rispettare le norme islamiche sull'abbigliamento .

La polizia iraniana sta effettuando un giro di vite su uomini e donne, su boutique e piccole aziende che non si sono adeguati alle rigide norme religiose sull'abbigliamento da quando il presidente Mahmoud Ahmadinejad è entrato in carica nel 2005.

Le misure rientrano nella campagna contro le influenze della cultura occidentale nella Repubblica Islamica.

"Mettere in mostra cravatte e farfalle nelle vetrine... e la vendita di biancheria femminile da parte di uomini sono proibiti", dice la polizia nel comunicato.

In passato, queste operazioni in genere venivano lanciate all'inizio dell'estate e duravano poco. Ma lo scorso anno si sono estese all'inverno, e hanno preso di mira anche i pantaloni attillati delle donne e i tagli di capelli "occidentali" degli uomini.

 
<p>Una donna fuori da un negozio a Teheran REUTERS/Ahmed Jadallah</p>