Ue, Barroso: trattative sul clima in pericolo

lunedì 21 settembre 2009 10:42
 

WASHINGTON (Reuters) - Le trattative dell'Onu sul cambiamento climatico sono "pericolosamente vicine ad un punto morto".

E' quello su cui richiamerà l'attenzione oggi il presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso, dando il via ad una settimana che potrebbe rivelarsi cruciale per gli sforzi per contrastare il cambiamento climatico.

Il capo dell'organo esecutivo dell'Ue chiederà alle nazioni in via di sviluppo di impegnarsi a ridurre le emissioni di gas serra per ottenere aiuti finanziari dai paesi industrializzati, secondo alcuni passi del suo discorso ottenuto da Reuters.

"Il messaggio dell'Europa al mondo in via di sviluppo è che se questi paesi si impegneranno seriamente nell'obiettivo di ridurre le emissioni, noi saremo lì per aiutarli", dirà Barroso al Consiglio per le Relazioni estere che si terrà a New York.

"Il nostro messaggio al mondo sviluppato è che dobbiamo prenderci un impegno finanziario credibile nei confronti del mondo in via di sviluppo", continua il discorso. "L'equazione che ne consegue è chiara: niente soldi, niente accordo. Ma niente azioni, niente soldi!"

Le trattative per raggiungere un accordo che sostituisca il protocollo di Kyoto -- che scadrà nel 2012 -- si sono bloccate a causa del disaccordo tra le nazioni su come distribuire il taglio delle emissioni e su quanto le nazioni più ricche dovrebbero contribuire finanziariamente alla lotta delle nazioni povere contro il cambiamento climatico.

I colloqui dell'Onu tra 190 nazioni per raggiungere un accordo si terranno dicembre a Copenhagen. Questa settimana Barroso esorterà i paesi a prendere sul serio le trattative.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon terrà domani un vertice per i leader mondiali per dare il via al processo.

Il presidente Usa Barack Obama -- che si è impegnato a fungere da guida su questo aspetto, mentre una sua proposta di legge sul clima sta lottando per ottenere consensi in Congresso -- parteciperà al meeting.

 
<p>Barroso in una foto d'archivio. REUTERS/Francois Lenoir (BELGIUM POLITICS HEADSHOT)</p>