Morto premio Nobel Borlaug, fu alfiere della "rivoluzione verde"

domenica 13 settembre 2009 12:21
 

WASHINGTON (Reuters) - Norman Borlaug, lo scienziato agrario che vinse nel 1970 il premio Nobel per la Pace per il suo impegno nello sconfiggere la fame nei paesi in via di sviluppo, è morto all'età di 95 anni. Lo ha annunciato l'Università A&M del Texas.

Borlaug, considerato una figura centrale della cosiddetta "rivoluzione verde" che produsse un considerevole aumento di cibo nel mondo, è morto ieri sera a causa di un tumore a Dallas.

Alla "rivoluzione verde", grazie all'aumento della produttività dei raccolti che comportò, viene attribuito il merito di aver evitato le carestie di masse previste nel Terzo mondo nella seconda metà del XX secolo.

Borlaug era professore di agricoltura internazionale all'Università A&M di College Station, in Texas. Gli esperti dicono che la sua crociata per sviluppare raccolti ad alta produttività e resistenti alle malattie ha salvato milioni di persone nel mondo dalla fame.

La sua carriera era cominciata nel 1944 quando, genetista e patologo delle piante, gli fu assegnato l'incarico di organizzare e dirigere la Ricerca cooperativa e il programma di produzione del grano in Messico.

Nel 2007 aveva ricevuto la Medaglia d'Oro del Congresso, la massima onorificenza civile americana.

 
<p>Norman Borlaug. REUTERS/Jason Reed</p>