Calcio, Totti: resto alla Roma per cuore, non per soldi

venerdì 11 settembre 2009 21:43
 

ROMA (Reuters) - Il capitano della Roma , Francesco Totti, ha detto oggi che il nuovo contratto per cinque anni con la società è "importante", ma ha risposto alle critiche che sia troppo oneroso dicendo che alla base della decisione di restare nella capitale c'è sempre stato il cuore e non il denaro.

"Credo che il nuovo contratto sia guadagnato, perché nessuno mi ha mai regalato niente", ha detto Totti in un'intervista a SkySport.

"E' vero che si tratta di un contratto importante, ma non ho mai pensato ai soldi, altrimenti me ne sarei andato a 26 anni, quando mi volevano il Real Madrid e il Barcellona. Avrei guadagnato il doppio di quello che guadagno ora".

Totti, 32 anni, avviato verso la fine della carriera da professionista dopo avere giocato sempre con la maglia della Roma, ha confermato che non intende tornare in Nazionale per i Mondiali del Sudafrica del prossimo anno.

"Non è un fatto economico, ma di cuore. Ho voluto fare la mia carriera sempre con la stessa maglia".

Il capitano giallorosso ha poi definito infondate le voci su litigi e botte in spogliatoio con il compagno di squadra, Daniele De Rossi.

 
<p>Il capitano della Roma, Francesco Totti, Roma, 10 agosto 2009. REUTERS/Tony Gentile</p>