Giappone, oltre 40.000 persone hanno compiuto i 100 anni di età

venerdì 11 settembre 2009 11:00
 

TOKYO (Reuters) - Oltre 40.000 giapponesi hanno raggiunto o superato i 100 anni di età, un aumento di più del 10% rispetto all'anno scorso.

E' quanto emerge da un'indagine diffusa oggi, che sottolinea ancora una volta i problemi economici del paese con il più rapido tasso di invecchiamento della popolazione del mondo.

Sui 40.399 giapponesi centenari, l'87% sono donne, puntualizza il ministero della Salute.

La popolazione che invecchia e tende a ridursi è uno tra i problemi che il nuovo primo ministro Yukio Hatoyama dovrà affrontare dopo la vittoria schiacciante del suo partito Democratico alle elezioni del mese scorso, e un team si occuperà dell'aumento delle pensioni di vecchiaia e delle necessità sanitarie.

Attualmente poco più di tre persone in età lavorativa supportano ogni persona anziana, ma nel giro di 50 anni il rapporto si avvicinerà all'uno a uno.

I Democratici di Hatoyama si sono impegnati a standardizzare il sistema pensionistico con un minimo di 70.000 yen (765 dollari) al mese per le persone con redditi bassi o con contributi non sufficienti ad ottenere una pensione.

Quanto a numero di persone sopra i cento anni, il Giappone è secondo solo agli Stati Uniti, dove -- secondo le stime del censimento Usa -- i centenari sono oltre 96.000. Ma la popolazione totale degli Stati Uniti è più del doppio di quella del Giappone.

Il Giappone vanta la più elevata aspettativa di vita del mondo, che dipende secondo gli esperti dalla dieta sana, alta qualità delle cure sanitarie e una popolazione di pensionati tradizionalmente molto attiva.