Stazione spaziale verso completamento, il suo futuro allo studio

domenica 6 settembre 2009 11:31
 

di Irene Klotz

CAPE CANAVERAL, Usa (Reuters) - Due astronauti dello shuttle Usa Discovery hanno passeggiato all'esterno della Stazione spaziale internazionale (Iss) ieri, per poggiare i cavi di alimentazione dell'ultimo nodo di collegamento della struttura orbitante.

Il nodo "Tranquility" è atteso a febbraio, e sarà una delle ultime missioni di rifornimento della Iss compiuta dagli shuttle prima che le navicelle vadano in pensione.

Gli ultimi voli porteranno infatti un modulo russo e uno Spettrometro Magnetico Alpha da 1,5 miliardi di dollari, un esperimento che coinvolge 60 agenzie in 16 paesi.

Lo spacewalker Danny Olivas e l'astronauta svedese Christer Fuglesang hanno trascorso circa sette ore all'esterno della stazione nell'ultima delle tre passeggiate spaziali previste durante la missione di 13 giorni dello shuttle.

I due hanno sistemato 18 metri di cavo per il nodo Tranquility, installato una piattaforma cargo esterna e riparato un giroscopio utilizzato per far girare la stazione.

Il Discovery lascerà la stazione martedì, lasciando il posto alla prima missione cargo giapponese. L'H-2 Transfer Vehicle, conosciuto anche come HTV, deve partire giovedì dal Tanegashima Space Center in Giappone.

Mentre la stazione si avvicina al suo completamento, si discute del suo futuro.

Una commissione nominata dal presidente Usa Barack Obama per mettere a punto il programma spaziale umano Usa ha trovato un ampio appoggio per estendere il coinvolgimento Usa nella stazione da 100 miliardi di dollari fino ad almeno il 2020 - cinque anni oltre le attuali previsioni.   Continua...

 
<p>L'astronauta John "Danny" Olivas all'interno dello Shuttle Discovery. REUTERS/NASA/Handout</p>