Venezia, scetticismo e fede per i miracoli di "Lourdes"

venerdì 4 settembre 2009 17:59
 

di Ilaria Polleschi

VENEZIA (Reuters) - Per qualcuno tra i favoriti alla vittoria del Leone d'oro a questa 66esima Mostra del Cinema di Venezia c'è "Lourdes", il film della tedesca Jessica Hausner che racconta fede, scettismo e speranza.

La pellicola -- che vede protagonisti Sylvie Testud e Bruno Todeschini -- narra con distacco la storia di una donna miracolata, o presunta tale, durante un pellegrinaggio al santuario francese, méta ogni di anno di migliaia di malati che sperano di ricevere una grazia.

"Quando sono stata a Lourdes le prime volte sono rimasta scioccata", ha raccontato oggi la regista. "I malati vanno lì pensando che tutto si possa risolvere".

Il film si mantiene con delicatezza sul filo del rispetto per ciò che le persone sperano e lo scetticismo di chi non ha fede, senza dimenticare chi guarda al miracolo, che tocca la protagonista con una punta di invidia.

Ma ciò che accade a Lourdes -- raccontato anche in tutta la sua contraddizione di essere un luogo di culto ma anche allo stesso tempo un enorme mercato turistico -- porta un periodo di felicità alla protagonista, che però rischia di andarsene così come è venuto, senza particolari spiegazioni.

"Io sono cresciuta in un ambiente cattolico che poi ho abbandonato e non ho idea di come reagiranno i cattolici alla visione del film. Spero che ci saranno dibattiti molto controversi", ha aggiunto la Hausner. "Spesso la gente prega nella speranza, ma i piani di Dio non sono comprensibili e a volte si capisce di essere irrimediabilmente soli".

Luciano Sovena di Cinecittà Luce, che produce il film, assicura che la pellicola "sta già facendo discutere all'interno della Chiesa".

"Il film contiene valori importantissimi, al di là del fatto di essere laici o cattolici: può accontentare entrambi, perché certamente vi troveranno importanti elementi di discussione", ha spiegato il produttore, svelando l'intenzione di far uscire il film nelle sale il prosimo 8 dicembre, giorno dell'Immacolata concezione.

 
<p>la regista Jessica Hausner (a destra) assieme all'attore Bruno Todeschini e a Lea Seydoux oggi al Lido. REUTERS/Tony Gentile</p>