4 settembre 2009 / 15:12 / 8 anni fa

Federcalcio francese: casi come Kakuta-Chelsea rovinano sport

di Christophe Michel

PARIGI (Reuters) - Casi come quelli di Gael Kakuta sono la rovina del calcio. Lo ha detto Jean-Pierre Escalettes, presidente della French Football Federation.

"Avevamo già discusso di Kakuta e di questi trasferimenti di giovani calciatori che stanno rovinando il calcio", ha dichiarato a Reuters Escalettes, dopo il meeting della Fff, nel quale il presidente ha espresso la sua soddisfazione per la sanzione che la Fifa ha imposto al Chelsea.

Ieri, infatti, il Chelsea era stato condannato dalla Fifa a non poter operare, in sede di campagna acquisti, fino a gennaio 2011, proprio per il comportamento scorretto in relazione al caso del trasferimento del calciatore Gael Kakuta dal club francese Racing Lens nel 2007.

"Avevamo già allertato la Fifa e la Federazione Inglese circa questi comportamenti scorretti".

"Questo è lo stesso caso del Qatar, che mandò i suoi direttori sportivi a Parigi per accaparrarsi i giovani talenti. Siamo assolutamente soddisfatti del fatto che questi comportamenti vengano sanzionati".

Il capitano del Chelsea John Terry, a cui è stato chiesto un commento durante la conferenza stampa che precede l'amichevole di domani dell'Inghilterra con la Slovenia, ha detto: "E' stato uno shock per me, ho parlato questa mattina con il club e mi hanno detto che faranno appello".

COMUNQUE COMPETITIVI

Il difensore del Chelsea, Branislav Ivanovic, anch'egli impegnato con la sua nazionale, la Serbia, nel match di qualificazione ai mondiali contro la Francia, in programma mercoledì, ha detto a Reuters:

"Non posso commentare la sanzione, ma noi abbiamo comunque una buona squadra in grado di competere per i massimi traguardi. Faremo del nostro meglio per rispondere positivamente alle ambizioni del club, e tutti sappiamo quali siano".

Matthieu Reeb, segretario generale del Tas, il Tribunale Arbitrale dello Sport, che ha sede a Losanna, ha detto che la decisione sull'appello presentato dal Chelsea dovrebbe arrivare per dicembre.

Il Tas, infatti, avrà l'ultima parola sul caso.

"Se il limite per presentare appello è fissato in 21 giorni, allora la richiesta del Chelsea arriverà presumibilmente entro le tre settimane".

"A quel punto il Tas può procedere in maniera abbastanza rapida. E' probabile che la decisione possa arrivare alla fine di novembre o per la metà di dicembre", ha detto Reeb a Sky Sport News.

"Ci saranno tre giudici. Uno sarà selezionato dal Chelsea, un altro dall'Fc Lens, il terzo dalla Fifa, mentre l'ultima parola spetterà al Tas".

"Sarà una decisione che, se necessario, sostituirà quella della Fifa. Infatti, si può fare appello contro una sentenza del Tas solo davanti alla Corte Suprema svizzera".

"La decisione finale potrebbe arrivare, quindi, prima di Natale".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below