Venezia, Nicolas Cage è il cattivo tenente di Herzog

venerdì 4 settembre 2009 16:40
 

di Ilaria Polleschi

VENEZIA (Reuters) - E' il giorno di Nicolas Cage ed Eva Mendes, protagonisti di "Bad lieutenant" di Werner Herzog, alla 66esima Mostra del cinema di Venezia.

Il film - molto applaudito all'anteprima per la stampa - è un remake alla lontana di quello del 1992 di Abel Ferrara, che alla notizia del rifacimento non si era mostrato particolarmente entusiasta ("Vorrei che morissero tutti all'inferno", aveva detto).

"Spero che ci incontreremo presto", ha detto oggi Herzog a chi gli chiedeva quali fossero i suoi rapporti col regista. "Ma non lo conosco e non ho mai visto i suoi film".

Grande prova d'attore per Cage, la pellicola dai toni dark - ambientata nella New Orleans post-uragano Katrina - racconta la storia di un poliziotto che, ferendosi per salvare un prigioniero, diventa dipendente dagli antidolorifici e dalla cocaina, precipitando in una spirale di corruzione e psicosi ma con un'ancora di salvezza, almeno apparente, nella sua storia d'amore con una giovane prostituta.

"Non è difficile interpretare (questo tipo di personaggi) quando hai un grande regista di cui ti fidi", ha raccontato in un'affollata conferenza stampa Cage, che ha dato molta fisicità al personaggio.

"Mi piaceva l’idea di un mondo della droga senza droghe, di un film che gettasse uno sguardo impressionista sull’ambiente della droga di 20-30 anni fa", ha spiegato nelle note di produzione.

Secondo Cage, "molto importante" è stato anche girare il film a New Orleans. "Sarà che in questa città ho avuto un risveglio del tutto personale...Sarà che per me ad alcuni livelli il cinema è come la musica e a New Orleans è nato il jazz...ma qui abbiamo potuto adottare uno stile molto jazzistico".

Per Herzog, questo era il momento giusto per fare un film noir, anche se con qualche tocco di ironia. "Va bene per i tempi che stiamo vivendo, anche se lo ritengo un nuovo film di genere, un noir con molto umorismo. E se qualcuno in sala ride, vuol dire che funziona".

 
<p>Venezia, Nicolas Cage &egrave; il cattivo tenente di Herzog. REUTERS Alessandro Bianchi</p>