"No Impact Man": come vivere a basso impatto ambiente per 1 anno

giovedì 3 settembre 2009 16:42
 

di Michelle Nichols

NEW YORK (Reuters) - Colin Beavan era così disperato per la mancanza di azione politica sul cambiamento climatico che ha deciso di capire se poteva fare una qualche differenza, vivere un anno col più basso impatto ambientale possibile.

Beavan e la moglie, Michelle Conlin, che all'inizio era riluttante, hanno cambiato drasticamente il proprio stile di vita, facendo del loro meglio per non produrre rifiuti, provocare emissioni di anidride carbonica o versare tossine nell'acqua, acquistando inoltre soltanto prodotti locali.

I newyorchesi hanno utilizzato le bici per muoversi, hanno utilizzato solo le scale per salire e scendere dal loro appartamento al nono piano, e hanno cucinato cibi prodotti acquistati solo da un mercato locale. Si sono sbarazzati del televisore e non hanno acquistato vestiti nuovi né per loro né per figlia 18enne, Isabella.

Dopo sei mesi, è arrivato il momento più drammatico: i due hanno staccato l'elettricità.

"Non si trattava di essere ambientalisti e dunque di fare questa cosa. Eravamo piuttosto cittadini preoccupati che non sanno bene come procedere", ha detto in un'intervista Beavan, autore di due libri di storia.

"Ci siamo imbarcati in questa vicenda senza sapere quel che stavamo facendo", ha aggiunto Conlin, che scrive per BusinessWeek.

Beavan ha raccontato l'esperienza in un libro "No Impact Man." Un documentario con lo stesso titolo, diretto da Laura Gabbert e Justin Schein, uscirà questo mese negli Usa.

"Fare soltanto qualcosina non è davvero abbastanza", dice ancora Beavan, che ha anche raccontato l'esperimento lungo un anno sul proprio blog. "Se ci apprestiamo a cambiare il pianeta... dobbiamo prendere in considerazione un cambiamento del nostro stile di vita".   Continua...