India, i colorati festival religiosi diventano "verdi"

lunedì 31 agosto 2009 12:17
 

di Rina Chandran e Sujoy Dhar

MUMBAI (Reuters) - Sono pochi gli eventi in grado di competere con gli antichi rituali e i colorati festival religiosi dell'India, e quest'anno la stagione delle celebrazioni -- che si protrae per mesi -- sta anche diventando eco-sostenibile.

Allarmati dagli elevati livelli di inquinamento causato da petardi, vernici tossiche e idoli fatti di materiale non riciclabile, scuole, ambientalisti e alcuni stati hanno iniziato a spingere per celebrazioni più "verdi".

A Mumbai -- dove è in corso il grande festival di 10 giorni per il dio dalla testa d'elefante Ganesh, con grandi idoli colorati ed eventi rumorosi nelle strade -- emittenti radiofoniche e televisive trasmettono messaggi ambientalisti, mentre i bambini nelle scuole imparano a creare idoli "ecologici".

Tradizionalmente le statue di gesso coloratissimo vengono immerse nell'acqua del mare o di un lago al termine di una vivace processione che talvolta impiega anche mezza giornata per attraversare le strade affollate, e i resti degli idoli rimangono ammassati lungo le coste.

Ma sempre più indiani stanno iniziando ad utilizzare idoli più piccoli e fatti di creta, che possono immergere in acqua direttamente a casa loro.

"Gli idoli di gesso sono più facili da fare, e anche più belli. La creta è più pesante -- e più costosa -- ma è un'opzione molto più eco- sostenibile", ha detto Abhijit Karandikar, direttore creativo di un'agenzia pubblicitaria.

Da diversi anni ormai, Karandikar ha comprato un Ganesh di creta alto 70 cm per casa sua ad un mercato in centro a Mumbai che a sua volta lo aveva acquistato da una famiglia di un villaggio nelle vicinanze.

Karandikar, che ha anche convinto alcuni amici e vicini di casa a diventare più "ecologici", immerge il suo idolo di Ganesh in una bacinella d'acqua a casa e poi regala la creta ai bambini di una scuola vicina.   Continua...

 
<p>La scrittura di un libro sacro indiano. REUTERS/Munish Sharma</p>