Usa, incendi in California aumentano ancora di intensità

martedì 1 settembre 2009 09:08
 

di Steve Gorman

LOS ANGELES (Reuters) - Gli intensi incendi che stanno avvolgendo le colline di Los Angeles hanno costretto alcuni vigili del fuoco a ritirarsi ieri, mentre il numero delle abitazioni evacuate continua ad aumentare e le fiamme stanno minacciando Mount Wilson, zona dove sono presenti le torri di comunicazione di emittenti radiotelevisive, nonché uno storico osservatorio.

I responsabili dei vigili del fuoco hanno riferito di 71 case già distrutte da quando l'incendio è scoppiato, mercoledì scorso, 53 solo nella zona di la Crescenta, nel nord della città di Los Angeles.

Secondo i dati diffusi ieri sera dalle autorità, sono circa 6300 le abitazioni evacuate.

Il cosiddetto Station Fire è quasi raddoppiato di intensità nel suo sesto giorno, avendo distrutto 42500 ettari di boschi, rispetto ai 17000 ettari di domenica sera, facendo innalzare nubi di fumo visibili anche a molti chilometri di distanza.

Due pompieri sono morti domenica mentre tentavano di spegnere il fuoco nella foresta nazionale di Los Angeles e nella zona delle montagne di San Gabriel. Fino a questo momento sono stati impiegati circa 2600 vigili del fuoco per combattere questi incendi, alcuni anche provenienti da stati lontani come Montana e Wyoming.

E senza previsioni di un abbassamento di temperatura o di un innalzamento dell'umidità, che migliorerebbero la situazione, i responsabili dei vigili del fuoco hanno già dovuto rinunciare al loro progetto di spegnere completamente gli incendi entro il 15 settembre.

"Quello che stiamo combattendo è un incendio di forte intensità", ha detto il comandante dei pompieri Mike Dietrich in conferenza stampa. "Finché non ci sarà un cambiamento climatico, non posso essere ottimista".

 
<p>Vigili dle fuoco di Los Angeles davanti all'incendio. REUTERS/Mario Anzuoni</p>