Pressione alta può dare problemi di memoria, dice studio Usa

mercoledì 26 agosto 2009 14:53
 

CHICAGO (Reuters) - Le persone di 45 anni e oltre con un'alta pressione sanguigna hanno più possibilità di riscontrare problemi di memoria. Lo affermano alcuni ricercatori statunitensi in uno studio che rivela come un precoce trattamento del problema potrebbe scongiurare effetti più gravi.

Secondo questi ricercatori, le persone con un'alta pressione del sangue hanno più probabilità di subire quello che hanno definito deperimento cognitivo.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Neurology, è il più vasto in materia di connessione tra problemi mnemonici e alta pressione sanguigna.

"E' possibile prevenire o quantomeno curare l'alta pressione del sangue. In questo modo è possibile anche prevenire il deperimento cognitivo, che può anche portare a forme di demenza", ha detto Georgios Tsivgoulis dell'Università dell'Alabama a Birmingham, che ha condotto lo studio.

I ricercatori hanno studiato circa 20.000 persone di 45 anni e oltre, mai state vittime di ictus o piccole forme di ictus, spesso causa di problemi di memoria. Più del 7% ha avuto problemi di memoria, e circa la metà delle persone analizzate era in cura per la pressione alta.

La pressione del sangue è giudicata alta dai 140 su 90 in su, e i ricercatori hanno scoperto che per ogni 10 punti di incremento vi è un 7% di possibilità in più di avere problemi di memoria.

I risultati sono stati anche adattati in base alla valutazione di altri fattori come l'età o lo status di fumatore, l'attività fisica, il diabete o il colesterolo alto.

"Questi studi indicano una relazione tra la pressione alta e il deperimento cognitivo, ma sono necessari altri studi per determinare le relazioni di causa-effetto", ha dichiarato Walter Koroshetz, vicedirettore del National Institute of Neurological Disorders and Stroke, che ha dato il via allo studio.

Lo stesso Koroshetz ha poi fatto sapere che l'istituto sta organizzando dei test clinici per verificare se un trattamento aggressivo per abbassare la pressione sanguigna possa aiutare a scongiurare problemi di memoria.

La pressione alta affligge circa un terzo degli americani adulti, secondo l'American Heart Association, e, dal momento che non presenta sintomi, spesso le persone ci convivono senza saperlo.

Ma una pressione alta non adeguatamente controllata può provocare ictus, attacchi cardiaci e problemi di natura renale.