Usa, show su Steven Seagal scatena disputa legale

martedì 25 agosto 2009 11:50
 

NEW YORK (Reuters) - Un nuovo reality show statunitense dedicato alla vita dell'attore ed esperto di arti marziali Steven Seagal ha scatenato una disputa legale sulla paternità dell'idea.

A&E Television Networks ha infatti fatto causa a Genuine Entertainment, società con sede in California, poiché quest'ultima aveva accusato A&E di aver rubato l'idea durante una serie di incontri.

Seagal è salito alla ribalta negli anni 90, quando è stato protagonista di action movie di successo come "Under Siege" ("Trappola in alto mare", ndr), ma negli ultimi anni ha fatto fatica a ottenere buoni risultati al botteghino.

Lo show, intitolato "Steven Seagal: Lawman" e previsto proprio sul canale via cavo A&E a fine anno, si basa sulla vita dell'attore, ormai 57enne, e sul suo ruolo di vice sceriffo della Louisiana.

Durante alcuni incontri, nel 2007, un rappresentante di Genuine Entertainment aveva proposto un reality show su Seagal. Ma l'idea alla base del reality era diversa da quella che caratterizza "Steven Seagal: Lawman", secondo quanto sostiene A&E nell'atto di citazione.

L'emittente televisiva ha successivamente appreso che non c'era nessuna esclusiva concessa da Seagal a Genuine, e così ha contattato direttamente l'attore.

Nell'atto si legge che Genuine ha contattato A&E ad agosto chiedendo un compenso e minacciando una causa per interruzione irregolare del contratto.

Ora A&E chiede al tribunale di dichiararla non responsabile, sostenendo che il programma televisivo è separato ed esclusivo rispetto alle idee di Genuine.

Non è stato possibile raggiungere un portavoce di Genuine per un commento.

 
<p>L'attore Steven Seagal. REUTERS/Jeff Zelevansky</p>