Sentenza contro la "Octo-Mom" americana su tutela finanze figli

sabato 22 agosto 2009 17:28
 

LOS ANGELES (Reuters) - Un giudice ieri ha stabilito che un gruppo ai difesa degli attori bambini può chiedere che sia nominato un tutore per gli interessi finanziari degli otto gemelli di Nadya Suleman, soprannominata "Octo- Mom".

Il giudice Gerald Johnston ha stabilito che la legge della California consente all'ex attore bambino Paul Petersen, presidente del gruppo A Minor Consideration, di presentare la petizione per una tutela finanziaria anche se non ha una relazione diretta coi bambini.

Un avvocato della Suleman aveva chiesto che la petizione di Petersen fosse respinta, ma il giudice della Superior Court della Contea di Orange, vicino a Los Angeles, ha respinto la richiesta.

Johnston ha detto che gli assistenti sociali dovranno informarsi e fare una raccomandazione sulla petizione di Petersen entro il 29 ottobre. Petersen è rappresentato dall'avvocato delle celebrità Gloria Allred.

Suleman, 33 anni, ha dato alla luce sei maschietti e due bambine a Los Angeles a gennaio dopo essere rimasta incinta grazie alla fecondazione in vitro quando aveva già sei figli. I tabloid l'hanno soprannominata "Octo-Mom", un soprannome che poi lei stessa ha adottato e ha cercato di pubblicizzare.

Il network Fox mercoledì ha mandato in onda uno speciale di due ore sulla vita di Suleman con i bambini, e la donna ha firmato un accordo con la società di produzione Eyeworks per un reality.

 
<p>Una pagine del sito web dell'americana Nadya Suleman, soprannominata "Octo-Mom" per i suoi otto gemellini. REUTERS/www.thenadyasulemanfamily.com</p>