Francia, stampa: finte massaie acclamano ministri in supermarket

mercoledì 19 agosto 2009 18:02
 

PARIGI (Reuters) - I media francesi hanno accusato due ministri di aver schierato una "claque" di massaie entusiaste ad accoglierli in un supermercato di Villeneuve-le-Roi, che hanno visitato davanti alle telecamere e la catena di supermarket .

Secondo Liberation, quotidiano di sinistra, e la radio France Info, infatti, il gruppo di donne ben vestite che all'arrivo del ministro dell'Istruzione Luc Chatel e del Commercio Hervé Novelli nel punto vendita della catena Intermarche ha improvvisamente affollato i corridoi - fino a quel momento deserti - non era lì per caso.

La catena di supermercati ha però ribattuto che i ministri non c'entrano nulla. "Il management di Intermarche ha preso l'iniziativa di invitare un certo numero di dipendenti in occasione della visita", recita una nota diffusa in risposta alle accuse della stampa.

Di fronte alle telecamere, hanno raccontato i giornalisti, le donne hanno elogiato il blocco dei prezzi di alcuni articoli di cancelleria voluto dal governo prima dell'inizio del nuovo anno scolastico.

Tra loro, poi, c'era anche Virginie Meyniel, politica locale dell'Ump, partito al governo di cui parte anche Chatel. "Forse Virginie Meyniel era lì per una coincidenza, ma c'è da dubitarne", dice Celia Quilleret, giornalista della radio France Info.

Liberation ha poi raccontato che i giornalisti hanno visto alcune delle donne andarsene dal supermercato con la stessa auto senza aver comprato niente.

La portavoce di Chatel ha preferito non commentare e ha detto che il ministero sta preparando una risposta. No comment anche dal servizio relazioni pubbliche dell'Ump.

 
<p>Il ministro dell'Istruzione francese Luc Chatel. REUTERS/Benoit Tessier (FRANCE POLITICS EDUCATION HEALTH)</p>