Chi è ansioso per natura tende a vivere meno, afferma studio Usa

mercoledì 19 agosto 2009 10:59
 

NEW YORK (Reuters) - Le persone di indole ansiosa tendono a vivere meno rispetto a chi per natura è più rilassato, perché assumono con maggiore probabilità abitudini dannose per la salute, come fumare e bere molto.

Lo rivela uno studio americano.

I ricercatori della Purdue University dell'Indiana hanno valutato lo stile di vita e i tassi di mortalità di un campione di persone, per indagare la correlazione con i tratti della personalità associati allo stress e alla preoccupazione.

"Diverse ricerche dimostrano che elevati livelli di nevrosi possono portare a una morte anticipata, e volevamo capire perché", ha detto Daniel Mroczek, professore di Sviluppo infantile e studi sulla Famiglia, che ha partecipato all'indagine.

"Abbiamo scoperto che la tendenza alla preoccupazione e allo stress porta spesso a comportamenti nocivi, come il fumo, aumentando così il tasso di mortalità".

Mroczek ha spiegato che la preoccupazione cronica, l'ansia e la tendenza alla depressione sono aspetti chiave della personalità nevrotica.

Lo studio ha preso in considerazione le abitudini relative al fumo e i tratti della personalità di 1.788 uomini per un periodo di 30 anni, dal 1975 al 2005, dati derivanti da uno studio a lungo termine sull'invecchiamento degli uomini condotto a Boston, in Virginia.

Hanno scoperto che una persona con personalità tendenzialmente nevrotica ha una elevata probabilità di soffrire di depressione o ansia e di reagire facendo uso di tabacco, alcol o droghe.

Lo studio, pubblicato questo mese sul Journal of Research in Personality, ha anche evidenziato che il fumo costituisce tra il 25% e il 40% della correlazione tra nevrosi e mortalità.

Il restante 60% è attribuibile probabilmente a fattori biologici o ambientali, ha detto Mroczek, aggiungendo che una migliore comprensione del nesso tra salute fisica e tratti della personalità potrebbe aiutare i medici a migliorare interventi e programmi di prevenzione.

 
<p>Un uomo fuma. REUTERS/Stringer (JAPAN BUSINESS EMPLOYMENT)</p>