Cina, studio prevede picco emissioni gas serra nel 2030

lunedì 17 agosto 2009 11:27
 

Di Chris Buckley

PECHINO (Reuters) - La Cina dovrebbe imporsi degli obiettivi precisi per quanto riguarda i limiti alle emissioni di gas serra, che dovrebbero raggiungere il picco intorno al 2030. Lo ha rivelato uno studio pubblicato da alcuni consiglieri politici cinesi, responsabili delle politiche sul cambiamento climatico.

La proposta di "obiettivi precisi" per quanto riguarda i limiti alle emissioni di gas serra rappresenta la più grande svolta politica cinese, in materia di ambiente, nonostante l'ufficiale riluttanza di Pechino a stabilire tetti definiti.

"Dal 2008, la Cina è diventata il principale emettitore di gas serra e deve, quindi, fronteggiare sfide senza precedenti", si legge nella prefazione alle 900 pagine del rapporto. Dal documento si evince come ormai Pechino abbia superato anche gli Stati Uniti come principale emettitore mondiale di anidride carbonica.

Il "2050 China Energy and CO2 Emissions Report" suggerisce che, con le dovute politiche, la crescita delle emissioni dovrebbe rallentare dal 2020, con il picco raggiunto intorno al 2030.

Se la Cina dovesse raggiungere questi risultati, il livello di anidride carbonica provocato dai suoi combustibili fossili "potrebbe scendere al livello del 2005 o anche a livelli più bassi" entro il 2050.

Tra coloro che hanno collaborato alla stesura del rapporto, ci sono anche grandi esperti dei think-tank statali cinesi, tra i quali membri dell'Energy Research Institute e dello State Council Development Research Centre.

Questo tipo di documento dimostra ancora una volta l'intenzione della Cina di giocare un ruolo fondamentale nella stesura di un nuovo accordo internazionale sul cambiamento climatico. La posizione di Pechino, infatti, è cruciale all'interno del processo di creazione di un nuovo patto che vada a sostituire il Protocollo di Kyoto, che scadrà alla fine del 2012.

I paesi occidentali hanno fatto notevoli pressioni sulla Cina proprio per convincerla a fissare degli obiettivi per la riduzione delle emissioni di gas serra, come parte di un nuovo accordo che i governi internazionali sperano di raggiungere nell'incontro di Copenaghen, previsto per dicembre.

 
<p>Una centrale elettrica a carbone alle porte di Pechino. REUTERS/David Gray</p>