Mondiali atletica al via domani,attesa per campioni dello sprint

venerdì 14 agosto 2009 14:19
 

BERLINO (Reuters) - Alla resa dei conti, l'atletica di oggi non ha niente da invidiare ai giorni in cui si contrapponevano Ben Johnson e Carl Lewis, oltre 20 anni fa.

Usain Bolt, triplo campione olimpico, contro Tyson Gay, tre volte campione del mondo. L'uomo più veloce di sempre nei 100 e 200 metri contro l'uomo più veloce del 2009 su entrambe le distanze. Il campione stravagante contro quello "noioso".

In ogni caso, la finale dei 100 metri di domenica (alle 21:35) e quella dei 200 di giovedì rappresentano solo 30 secondi dei nove giorni di Mondiali che prendono il via domani a Berlino, nello stadio che fu scenario dell'exploit di Jesse Owens alle Olimpiadi del 1936, in cui l'atleta vinse quattro ori.

La squadra statunitense indosserà un kit con le iniziali JO mentre i discendenti di Owens e il saltatore in lungo tedesco Luz Long presenteranno le medaglia per la categoria maschile del salto in lungo.

Nei Giochi del 1936, Luz diede i famosi consigli ad Owens sulla corsa dopo che l'americano sbagliò i primi due salti. Il terzo andò bene e gli consentì di vincere l'evento insieme ad altre tre medaglie d'oro.

Luz prese l'argento e i due uomini uscirono insieme dallo stadio, diventando grandi amici, nonostante le pressioni politiche all'interno della Germania in quel periodo.

La relazione tra Bolt e Gay difficilmente sarà così duratura. Benché non ci sia l'astio che segnò la rivalità tra Lewis e Johnson, i migliori sprinter di oggi raramente vanno oltre un "ciao, come va?" quando si incontrano.

"Usain Bolt è un individuo molto eccitante. E' divertente ed ha molta personalità", ha detto Gay questa settimana. "Io sono probabilmente quello che voi definite noioso".

Anche se un tempo di 9,77 per i 100 metri e 19,58 per i 200 non sono il genere di cosa che si definisce noiosa.

Più aperta sembra la gara delle donne, soprattutto nei 100 dove sette concorrenti questa stagione hanno infranto gli 11 secondi.

 
<p>Usain Bolt a Berlino durante una conferenza stampa. REUTERS/Tobias Schwarz (GERMANY SPORT ATHLETICS IMAGES OF THE DAY)</p>