Netto calo dei decessi per cancro negli Usa, dice studio

giovedì 13 agosto 2009 11:36
 

CHICAGO (Reuters) - I miglioramenti nelle diagnosi e nelle cure dei tumori hanno portato ad un deciso calo dei decessi legati a questa malattia negli ultimi tre decenni.

Lo hanno detto oggi alcuni ricercatori statunitensi.

Il calo più consistente delle morti si è registrato tra i giovani adulti compresi tra i 35 e i 45 anni -- hanno spiegato gli studiosi -- ma si sono riscontrati miglioramenti in tutte le fasce d'età.

"Fondamentalmente, più sei giovane, più rapidamente il tasso di mortalità si riduce", ha detto il dottor Eric Kort dell'ospedale Helen DeVos di Grand Rapids, nel Michigan, il cui studio appare nella pubblicazione Cancer Research.

La ricerca utilizza un metodo nuovo per analizzare il tasso di mortalità da tumore, misurando i miglioramenti in base alle fasce d'età.

Secondo le stime del governo Usa, c'è stata una scarsa diminuzione delle morti per cancro nel corso del 20esimo secolo, iniziata solo a metà degli anni 90, spiega Kort. Ma quelle stime non dicono tutto.

"Il modo in cui vengono tradizionalmente condotte queste statistiche consiste nel mettere insieme tutti i gruppi d'età facendone una media per ottenere un tasso composito", ha detto Kort in un'intervista telefonica.

"Il problema è che, dato che la maggior parte dei decessi si verifica tra le persone più anziane, la media enfatizza questa tendenza. E' come guardare la cambusa per dire quando il treno sta cambiando direzione", ha detto.

Invece il team di Kort ha analizzato la diminuzione dei decessi legati ai tumori suddividendo il campione in fasce d'età con intervalli di 5 anni, partendo dai nati nel 1925.   Continua...