Droga, figlio di Michael Douglas rischia l'ergastolo

sabato 8 agosto 2009 10:40
 

NEW YORK (Reuters) - Il figlio dell'attore premio Oscar Michael Douglas rischia il carcere a vita per aver venduto grandi quantità di una droga illegale per un periodo di tre anni, prima del suo arresto avvenuto il mese scorso, come rilevano documenti giudiziari.

Cameron Douglas, 30 anni, comparso come attore col padre ed il nonno Kirk Douglas nel film "It Runs in the Family," è accusato di aver venduto metamfetamina per decine di migliaia di dollari, secondo una denuncia divenuta pubblica questa settimana.

Douglas era stato arrestato in un hotel di Manhattan lo scorso 28 luglio, ed il giorno dopo gli sono state lette in un tribunale federale le accuse contro di lui, anche se del suo arresto si è avuta notizia solo mercoledì scorso.

Cameron Douglas rischia da un minimo di dieci anni all'ergastolo per possesso e spaccio di tipi di metamfetamina conosciuti nelle strade come "crystal meth" e "Ice", che si fumano con una pipa.

Douglas avrebbe ricevuto grosse quantità di questa droga in California spedendole a New York col corriere FedEx tra 2006 e 2009.

Secondo la denuncia a suo carico, avvalorata da diverse intercettazioni telefoniche, avrebbe lavorato con complici che ora stanno collaborando con la Drug Enforcement Administration americana.

Uno dei suoi avvocati, Allison Menkes, ha preferito evitare ogni commento.

Douglas era stato arrestato e accusato di possesso di cocaina nel 2007 a Santa Barbara, California.

 
<p>Michael Douglas assieme al figlio Cameron in una foto del 2003. REUTERS/Fred Prouser</p>