Ricercatori: gorilla possono essere fonte di Hiv

lunedì 3 agosto 2009 11:21
 

WASHINGTON (Reuters) - Una donna camerunense è stata contagiata da un virus simile all'Aids, proveniente dai gorilla. Lo hanno affermato alcuni ricercatori francesi.

La donna, che non presenta sintomi di infezione da Hiv, sta bene ed è stata probabilmente contagiata da un'altra persona, non da un animale, sostengono i ricercatori.

La scoperta lascia pensare che ci sia un nuovo virus proveniente dai gorilla ormai diffuso tra le persone, come gli stessi ricercatori hanno scritto sulla rivista Nature Medicine.

"Abbiamo scoperto un nuovo virus dell'immunodeficienza in una donna camerunense. E' qualcosa di simile al virus dell'immunodeficienza delle scimmie e non mostra segni di accostamento con altri virus dell'Aids o con altri Siv degli scimpanzè", ha scritto Cristophe Plantier dell'Università francese di Rouen, insieme ai suoi colleghi.

Alla donna, di 62 anni, è stato riscontrato il virus nel 2004, subito dopo il suo trasferimento a Parigi dal Camerun. La sequenza genetica del virus non è paragonabile a nessun altro esempio di virus dell'Aids ma è, eventualmente, paragonabile a un virus dell'immunodeficienza dei gorilla, anch'esso scoperto solo nel 2006.

L'Aids, che ha contagiato circa 33 milioni di persone in tutto il mondo e ne ha uccise circa 25 milioni, è ricondottp proprio agli scimpanzè. Gli scienziati hanno parlato di un possibile contagio per gli esseri umani che hanno, in passato, cacciato e ucciso scimpanzè, che rappresentano gli esseri viventi più simili agli umani.

"Le nostre scoperte ci portano a pensare che anche i gorilla, oltre agli scimpanzè, siano fonte del virus Hiv-1", ha scritto il team di Plantier.

"La scoperta di questo nuovo lignaggio di Hiv-1 mostra chiaramente come sia necessario continuare a studiare le possibile varianti del virus Hiv, in particolar modo nell'Africa centrale, zona in cui si sono sviluppati gli attuali gruppi conosciuti di virus Hiv-1".

La donna, vedova, ha detto di non aver avuto contatti con gorilla, ma ha dichiarato di aver avuto numerosi rapporti sessuali dopo la morte del marito. La donna ha anche detto di essersi ammalata una volta.

Quando le persone vengono contagiate da questo nuovo virus spesso presentano sintomi come la febbre, ma non si rendono conto di che cosa sia esattamente.

Non esiste una cura per l'Hiv ma gli attuali medicinali possono tenerlo sotto controllo per anni.

 
<p>Gorilla in Uganda. REUTERS/Molly Riley</p>