Nuoto, Fina: dal prossimo gennaio vietati i costumi hi-tech

martedì 28 luglio 2009 18:22
 

ROMA (Reuters) - I costumi ad alta tecnologia che hanno portato ad un diluvio di record del mondo saranno vietati dall'inizio del prossimo anno, quando il nuoto tornerà ai costumi in tessuto. Lo ha detto oggi la Fina, l'organismo che governa il nuoto mondiale.

"Il materiale potrà essere soltanto tessuto tessile", ha detto in una conferenza stampa il direttore esecutivo della Fina, Cornel Marculescu.

"Per gli uomini il costume non dovrà andare sopra l'ombelico o sotto il ginocchio. Per le donne non dovrà superare il collo, coprire le spalle e scendere sotto il ginocchio".

La Fina ha detto che sarà nominato un comitato scientifico per definire, entro la fine di settembre, il tessuto tessile ammissibile.

Le dispute sui costumi tutti in poliuretano hanno gettato un'ombra sul campionato del mondo in corso a Roma, dove la frequenza con cui si infrangono i record del mondo ha suscitato timori per la credibilità di questo sport.

 
<p>Paul Biedermann festeggia la vittoria nei 200m stile libero REUTERS/Tony Gentile</p>