July 28, 2009 / 8:36 AM / 8 years ago

Tennis, Sampras: figli non saranno un problema per Federer

3 IN. DI LETTURA

<p>Il tennista americano Pete Sampras.Mario Anzuoni</p>

Di Mark Lamport-Stokes

LOS ANGELES (Reuters) - La nascita delle due gemelle non avrà alcun impatto negativo sulla straordinaria carriera del tennista svizzero Roger Federer. A sostenerlo è la leggenda americana Pete Sampras.

Il numero uno del seeding Federer è diventato padre lo scorso giovedì, quando la moglie Mirka ha dato alla luce due bambine, Charlene Riva e Myla Rose.

"Non ce lo vedo Roger a cambiare pannolini alle quattro di mattina", ha detto il 37enne Sampras, sorridendo, nel primo giorno dell'Open di Los Angeles.

"Non credo che questo influirà sulla sua carriera. E' certamente un cambiamento all'interno della sua vita ma lui è focalizzato sul tennis e riceve l'aiuto costante della moglie, dei genitori e di chiunque altro", ha proseguito il vincitore di 14 tornei dello Slam, che è anche padre di due bambini.

Federer è diventato papà 23 giorni dopo aver battuto, in una finale al cardiopalma a Wimbledon, chiusa al quinto set, l'americano Andy Roddick. Il successo sull'erba londinese ha consentito a Federer di conquistare il suo 15esimo titolo dello Slam, andando a superare proprio il record di Pete Sampras.

"Sono comunque felice dei miei 14 titoli, ma sono sbalordito da quello che Roger è stato in grado di fare", ha detto Sampras. "E' semplicemente incredibile".

Nessun Rimorso

Alla domanda su eventuali rimorsi per aver interrotto la sua carriera a 32 anni e con 14 titoli dello Slam, Sampras ha replicato: "Ero felice quando ho deciso di smettere. Il 14esimo slam è stato più di un numero per me. Volevo il record di Emerson e l'ho ottenuto. Volevo vincere uno slam in più e ce l'ho fatta. Poi ho vinto lo U.S Open e, a quel punto, ero molto stanco".

"Non avevo più molto da dare. A livello emotivo avevo dato tutto. Quando ho deciso di smettere, ero convinto di aver stabilito record inarrivabili".

"Non pensavo che Roger potesse raggiungermi e superarmi in otto anni. Si è prefissato i 14 slam come obiettivo e ora ne ha 15 e, credo, ne potrà vincere altri".

Nonostante la riluttanza nel fare paragoni tra giocatori di epoche differenti, Sampras ha confessato che, se costretto, probabilmente sceglierebbe proprio Federer come il migliore di sempre.

"E' una domanda molto difficile. Ogni generazione ha il suo campione", ha detto l'americano.

"C'è stato (Rod) Laver negli anni Sessanta, poi Borg negli anni Settanta e Ottanta, io negli anni novanta e ora c'è Roger".

"Il miglior giocatore di sempre? E' difficile dirlo, ma credo sia proprio Roger".

"Se penso che avrei potuto battere Federer al massimo della mia forma? Non c'è nessun motivo per cui non avrei potuto. E non è essere presuntuosi. E' quello che sento".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below