Clima, Svizzera vuole aderire a Schema scambio emissioni Ue

venerdì 24 luglio 2009 18:52
 

ZURIGO (Reuters) - La Svizzera vuole aderire allo Schema di Commercio delle Emissioni dell'Unione europea e spera di dare avvio a negoziati formali a tale fine dopo il vertice di dicembre a Copenhagen sul cambiamento climatico. Lo ha annunciato oggi il governo.

Ad un incontro dell'Unione europea che si tiene in Svezia, Moritz Leuenberger, ministro ai Trasporti e all'Energia, ha detto al commissario europeo all'Ambiente Stavros Dimas che il governo svizzero vuole legare il proprio sistema di scambio delle emissioni a quello Ue.

"Il vantaggio è che si amplierebbe significativamente il mercato dello scambio di emissioni per la Svizzera e anche la flessibilità delle aziende svizzere nel comprare e vendere emissioni certificate", ha detto il ministero in un comunicato.

Lo schema Ue assegna un prezzo alle emissioni di anidride carbonica e costringe le aziende a pagare per ottenere permessi relativi alle tonnellate emesse nell'atmosfera.

Leuenberger ha convenuto di proseguire i negoziati tecnici tra esperti Ue e svizzeri iniziati nel 2005 e ha detto che negoziati formali per raggiungere un accordo cominceranno dopo la conferenza di Copenhagen.

La conferenza deve trovare l'accordo sul nuovo meccanismo globale di limitazione delle emissioni di gas a effetto serra che prenderà il posto del Protocollo di Kyoto.

 
<p>Il ministro svizzero ai Trasporti e all'Energia Moritz Leuenberger. REUTERS/Michael Buholzer (SWITZERLAND)</p>