Fondo spettacoli, Napolitano condivide preoccupazioni per tagli

martedì 21 luglio 2009 21:31
 

Roma (Reuters) - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano condivide le preoccupazioni per i tagli ai finanziamenti statali al settore dello spettacolo e chiede che il problema sia affrontato nella Finanziaria del 2010. Lo ha detto oggi il Quirinale in una nota.

Il governo ha tagliato il cosiddetto Fus (Fondo unico per lo spettacolo, che finanzia opere cinematografiche, teatrali, di musica e danza) di 130 milioni di euro quest'anno, riducendolo a quota 380 milioni. La decisione ha suscitato le proteste di registi e attori che sono scesi in piazza ieri a Roma.

"Non esito a condividere le preoccupazioni che mi rappresentate", ha detto Napolitano, rispondendo ad una lettera- appello di alcuni parlamentari sulla questione, come riporta il Quirinale.

"Al di là dell'esito di imminenti votazioni in Parlamento, rispetto alle quali non posso ovviamente intervenire, ritengo che anche in vista della prossima legge finanziaria e delle decisioni per il 2010 si debba da ogni parte porre il problema di cui vi siete fatti portatori", ha proseguito il Capo dello Stato.

Per Napolitano è "decisivo il più vasto chiarimento sulle priorità cui ancorare la spesa pubblica" e in questo senso ha invitato "alla riflessione e a ogni possibile ripensamento".

Alcuni lavoratori dello spettacolo hanno minacciato di boicottare il Festival del Cinema di Venezia, che quest'anno si tiene dal 2 al 12 settembre, ma non vi è stato consenso unanime su un passo così drastico.

 
<p>Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (a sinistra) e il premier Silvio Berlusconi in una foto del maggio 2008. REUTERS/Chris Helgren</p>