Milano prima città a vietare l'alcol ai minori di 16 anni

venerdì 17 luglio 2009 22:19
 

MILANO (Reuters) - Da lunedì Milano sarà la prima città in Italia a vietare l'alcol ai minori di 16 anni, come si legge sul sito del Comune meneghino.

Oggi la Giunta ha infatti dato il via libera a un'ordinanza che prevede una sanzione di 500 euro per detenzione, consumo e cessione nel caso di adolescenti sotto i 16 anni nel capoluogo lombardo, dove, dice il Comune, il 34% dei ragazzi di 11 anni hanno già avuto problemi di alcolici.

"È un'ordinanza che abbiamo ritenuto necessaria. Siamo i primi in Italia e speriamo di essere i primi anche nei risultati positivi perché in Italia i giovani minori che bevono sono oltre 750mila", ha dichiarato il sindaco di Milano Letizia Moratti.

L'ordinanza entrerà in vigore, in via sperimentale per 120 giorni, lunedì 20 luglio, dopo l'affissione all'Albo Pretorio.

L'ordinanza, spiega il sindaco, "è per i minori di 16 anni e la particolarità è che interviene sulla vendita, sulla somministrazione, sul consumo, sulla detenzione e sulla cessione anche a titolo gratuito. I ragazzi sono bravi ad aggirare gli ostacoli, siamo intervenuti con un'ordinanza completa".

Milano è la prima città italiana a sanzionare il consumo e la detenzione. Finora si era arrivati a multare solo la somministrazione e, come nel caso del Comune di Monza, la vendita di alcolici ai minori di 16 anni.