Germania, veri dossier Stasi sul set di un film a Berlino

giovedì 16 luglio 2009 17:26
 

di Caroline Copley

BERLINO (Reuters) - Dossier segreti della Stasi, la polizia politica della Germania comunista, sono finiti sul set di un film tv come materiale di scena, provocando un'inchiesta su come siano stati ottenuti documenti di natura così sensibile.

L'autenticità della documentazione è stata resa nota nel corso delle riprese del docu-film "Staats-Sicherheit" (sicurezza di Stato) della tv pubblica ZDF, in cui compaiono 15 ex prigionieri politici.

"E' incredibile che possa accadere qualcosa del genere", ha detto a Reuters Vera Lengsfeld, oggi esponente politica della Cdu ed ex attivista per i diritti civili nella Germania dell'Est. "Bisogna chiarire subito la cosa".

Uno dei dossier utilizzati nelle riprese era effettivamente una cartella di documenti della Stasi su uno degli attori.

La Birthler, l'agenzia del governo tedesco che supervisiona agli archivi Stasi, ha annunciato di aver avviato un'inchiesta su come sia stato possibile che i documenti siano stati concessi senza alcuna autorizzazione.

L'agenzia ha aggiunto di aver immediatamente ordinato allo studio tv Babelsberg di limitare gli accessi per salvaguardare il materiale.

Lengsfeld, che è stata in prigione come detenuta politica in Germania Est, era una delle 15 persone sulle cui storie il film si è concentrato. La donna ha detto di non ritenere che sia una coincidenza il fatto che i veri dossier siano arrivati sul set, ma che ex agenti della Stasi lavorino oggi per la Birthler.

Dopo la riunificazione della Germania Lengsfeld ha scoperto che il marito era stato un informatore della Stasi, e ha divorziato.

Tra i documenti rinvenuti sul set, anche quelli su uno degli attori, Mario Roellig, arrestato dalla Stasi nel 1987 dopo aver tentato la fuga dalla Germania Est.