Impressionismo su iPhone, per gentile concessione di Christie's

mercoledì 15 luglio 2009 17:45
 

di Chris Michaud

NEW YORK (Reuters) - Nel tentativo di portare l'arte all'interno dell'era digitale, la casa d'aste Christie's sta sviluppando una nuova applicazione che mostri capolavori impressionisti sull'iPhone.

Christie's, che si occupa di gioielleria, belle arti, oggetti decorativi e cimeli della cultura pop, comincerà a mostrare anche alla comunità globale che utilizza i dispositivi Apple i capolavori dell'arte, partendo da un disegno mai visto prima di Picasso e da lavori di Monet o Renoir.

Le versioni virtuali dei cataloghi di Christie's, con immagini in alta definizione dei lotti in offerta e i risultati in tempo reale delle aste, sono una delle caratteristiche principali delle nuove applicazioni elettroniche. Agli utenti sarà anche consentito di sottoporre alla valutazione degli esperti della casa d'aste alcuni oggetti fotografati con la fotocamera dell'iPhone.

Sia l'iPhone che l'iPod Touch, entrambi di Apple, saranno in grado di zummare e di ruotare gli oggetti in offerta, ripresi da circa 450 aste.

L'intenzione di Christie's è quella di aggiungere, in futuro, anche la possibilità di formulare un'offerta.

L'applicazione, gratuita, sarà disponibile sul sito Christies.com e sulle pagine dell'azienda presenti su Facebook e su Twitter, nonché per i visitatori dell'App Store di iTunes.

La nuova applicazione mira a rispondere al crescente utilizzo, da parte della clientela della casa d'aste, dei dispositivi mobile, secondo quanto ha riferito Michael O'Neal, il direttore di Christie's per l'area dei media digitali.

"Speriamo di attrarre nuovi clienti, ma l'obiettivo è anche quello di fornire uno strumento conveniente per coloro che sono già nostri clienti e che dovessero aprirsi alle nuove tecnologie", ha detto O'Neal.

Christie's LIVE, il sistema multimediale dell'azienda per fare offerte in tempo reale, creato due anni fa, ha generato ben 82 milioni di dollari grazie alle vendite online, nel 2008. Circa l'11% dei lotti totali sono stati venduti proprio grazie alle offerte online.

 
<p>Impressionismo su iPhone, per gentile concessione di Christie's. REUTERS/Robert Galbraith</p>