Parigini, per favore iniziate a sorridere...per i turisti

lunedì 13 luglio 2009 17:21
 

PARIGI (Reuters) - Alle prese con un calo del settore turistico dovuto alla crisi finanziaria e a una fama che li descrive come poco ospitali, l'ufficio del turismo di Parigi ha avanzato una semplice richiesta agli abitanti della città: sorridete!

Da gennaio, i turisti a Parigi, la città più visitata al mondo, sono scesi del 17% rispetto allo stesso periodo del 2008, secondo i dati ufficiali.

Per contrastare il calo e aumentare gli introiti, l'ufficio del turismo ha creato degli stand affidati a squadre di "ambasciatori del sorriso" che avranno il compito di dare il benvenuto ai vacanzieri, nei luoghi più frequentati della città, dopo che ieri centinaia di persone sui roller hanno formato un sorriso gigante a Place Vendome, nel cuore della città.

"Dobbiamo lavorare su immagini semplici ed efficaci. Non c'è niente di più eloquente di un sorriso", ha spiegato Paul Roll, a capo del consiglio del turismo.

Daniel Fasquelle, fondatore di un'associazione turistica, ha detto che i francesi di ogni estrazione sociale devono dare il proprio contributo.

"Se vogliamo che il turismo, che ha fruttato oltre due milioni di posti di lavoro, resti un settore economico importante, tutti devono fare il proprio dovere - dagli addetti, ai rappresentanti, ai francesi", ha detto.

Ma Parigi sta facendo molto di più che cercare di far sorridere gli abitanti per attrarre turisti.

Oggi è possibile fare una visita virtuale degli Champs-Elysees, definiti "la via più bella del mondo", sul sito Web www.ChampsElysees.org.

Intanto sono in agenda anche una serie di progetti per nuovi hotel di lusso, e il ministro per il Turismo, Herve Novelli, fa affidamento sulla riduzione delle tasse per il settore della ristorazione, che è entrata in vigore il primo luglio, per dare una spinta al settore.

 
<p>Immagine d'archivio di turisti a Parigi. REUTERS/Charles Platiau (FRANCE)</p>