Cinema, "Bruno" di Baron Cohen in vetta al box office americano

lunedì 13 luglio 2009 10:25
 

LOS ANGELES (Reuters) - "Bruno," l'ultimo irriverente film di Sacha Baron Cohen, si è guadagnato la vetta del box office nordamericano, stando alle stime di uno studio pubblicato oggi.

Il documentario satirico, nel quale Baron Cohen interpreta uno stilista austriaco omosessuale a caccia di gloria negli Usa ha incassato ben 30,4 milioni di dollari nei primi tre giorni di programmazione, secondo quanto riferito dalla Universal Pictures.

L'apertura è stata in linea con le aspettative della General Electric, che ha pagato 42,5 milioni di dollari al produttore indipendente Media Rights per i diritti di distribuzione del film in Nord America, e altri 133 milioni di dollari per la distribuzione internazionale. L'altro film di successo di Baron Cohen, Borat, aveva esordito con 26,5 milioni di dollari. Ma i dati di Borat facevano riferimento a circa 800 cinema, mentre Bruno è stato proiettato in 2.756 sale.

L'ultimo film dell'attore britannico ha raccolto opinioni contrastanti. I critici lo hanno apprezzato, mentre i gruppi per i diritti dei gay si sono mostrati divisi nelle loro reazioni.

"L'Era Glaciale 3: l'Alba dei Dinosauri" è saldo al secondo posto con 28,5 milioni di dollari di incasso, una cifra che ha portato il cartone della Century Fox ad un totale di 120,6 milioni di dollari, nei primi 12 giorni di programmazione.

Il dominatore dello scorso weekend, "Transformers: La vendetta del caduto", è scivolato al terzo posto con 24,2 milioni di dollari; dopo 19 giorni, il sequel della Paramount Pictures ha incassato 339,2 milioni di dollari ed è largamente in vetta alle classifiche annuali.

 
<p>L'attore britannico Sacha Baron Cohen alla prima del film "Bruno" a Sydney, lo scorso 29 giugno. REUTERS/Daniel Munoz</p>