Usa, creatore ritratto Obama si dice colpevole di danneggiamento

sabato 11 luglio 2009 11:58
 

BOSTON (Reuters) - L'artista che ha creato il ritratto icona rosso, bianco e blu del presidente Usa Barack Obama apparsa su migliaia di poster e magliette si è dichiarato colpevole a Boston delle accuse di danneggiamento di proprietà con i graffiti.

Shepard Fairey di Los Angeles, la cui immagine "Hope" campeggia nella National Portrait Gallery di Washington, era stato arrestato a febbraio a Boston, dove si trovava per inaugurare la sua prima mostra alla Contemporary Art.

La polizia lo ha accusato di danneggiamento di proprietà con graffiti in diverse località della città.

Fairey si è dichiarato colpevole di un capo d'accusa per aver deturpato una proprietà piazzando un poster su una scatola elettrica nel 2000 e due capi d'accusa di distruzione di proprietà nel 2009 per aver piazzato un adesivo su un semaforo e aver affisso un poster in un condominio.

Fairey si è accordato per pagare 2.000 dollari per il servizio di pulizia di graffiti e si è scusato con i bostoniani. Rischia però ancora due anni con la condizionale.

 
<p>Frank Shepard Fairey in tribunale a Boston. REUTERS/Bizuayehu Tesfaye/Pool</p>