Codici a barre sugli alberi per proteggere le foreste

venerdì 10 luglio 2009 14:17
 

di Peter Griffiths

LONDRA (Reuters) - Nel mezzo delle lontane foreste tropicali, funzionari sono al lavoro per fissare migliaia di codici a barre nella dura corteccia degli alberi, in una mossa volta a contrastare il disboscamento illegale, la corruzione e il riscaldamento climatico.

Le targhette di plastica, come quelle che si trovano nei reparti di alimentari dei supermercati, sono già state applicate a un milione di alberi in Africa, Sudest asiatico e America del Sud per permettere ai paesi di monitorare le proprie foreste.

Helveta, compagnia britannica ideatrice di questa tecnologia, ha dichiarato che i codici a barre permetteranno alle aziende a rispettare le severe leggi sull'importazione sostenibile di legname negli Stati Uniti e in Europa.

Inoltre avranno un ruolo importante nella lotta contro la deforestazione, responsabile di circa un quinto delle emissioni globali di anidride carbonica che provocano l'aumento delle temperature. L'argomento sarà affrontato alle trattative globali sul clima che si terranno a dicembre a Copenhagen.

"Portiamo trasparenza e visibilità in un ambito in cui storicamente si è cercato di limitarle al massimo", ha detto a Reuters Patrick Newton, AD di Helveta.

La società, che si è appena aggiudicata finanziamenti per altri 4,88 milioni di dollari da parte di investitori, ha applicato codici a barre su alberi di tutto il mondo, compresi Perù, Bolivia, Ghana, Malesia, Indonesia e Liberia.

Il sistema computerizzato è meno semplice da aggirare dei tradizionali registri cartacei, fornisce dati in modo istantaneo, e può aiutare i governi a raccogliere più tasse sul legname, ha detto Newton.

Se i codici non possono impedire l'abbattimento delle piante, possono però rendere più difficile trattare, vendere ed esportare il legno, ha spiegato Newton.

Funzionari nelle foreste utilizzano computer portatili per leggere i codici a barre dal momento in cui l'albero viene tagliato fino a quando viene esportato, e i dati vengono immagazzinati nei database di Helveta.

Il codice viene assegnato ad ogni albero della piantagione che supera una certa taglia. Quando l'albero viene abbattuto, un altro codice viene applicato al ceppo, e altri ancora al legno trattato, per monitorare le esportazioni ai porti. Tutto il legname che esce dalle foreste o dalle fabbriche senza codice, viene immediatamente identificato come illegale, ha detto Newton.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Hardi Baktiantoro (INDONESIA)</p>