Pronto "Neverland cinese" come tributo a Michael Jackson

venerdì 10 luglio 2009 11:22
 

SHANGHAI (Reuters) - In Cina hanno deciso di commemorare Michael Jackson costruendo una replica, in scala ridotta, del ranch Neverland, su un'isola al largo di Shangai. Lo riferisce un quotidiano nazionale.

Coloro che investiranno nel progetto, che costerà 15 milioni di dollari, sperano che il ranch, sull'isola di Chongming, possa aprire prima dell'Expo di Shangai del prossimo anno, secondo quanto riporta il China Daily.

Pur non essendo ancora così popolari come le stelle di Taiwan e Hong Kong, gli artisti occidentali stanno cominciando a fare breccia nel mercato locale, soprattutto grazie ai fan più giovani.

"Costruendo una versione di Neverland qui in Cina, vogliamo fare un tributo a Michael Jackson e consentire, allo stesso tempo, ai cinesi di esprimere il loro amore per lui", ha detto, secondo quanto riporta il quotidiano, Qiu Xuefan, uno degli investitori.

Jackson, morto il 25 giugno a Los Angeles, aveva abbandonato Neverland -- provvisto anche di un parco a tema e di uno zoo -- dopo l'accusa di molestie su minori del 2005.

La versione di Chongming avrà "caratteristiche cinesi, per adattarsi meglio anche all'ambiente circostante", si legge sul quotidiano.

Ma non tutti pensano che questa sia una buona idea.

"Se lo scopo è fare un tributo a Michael Jackson, allora consiglio agli investitori di lasciare l'ingresso gratuito, così come Michael faceva con i bambini", ha detto Wei Wei, uno dei responsabili del fan club cinese di Michael Jackson. "Altrimenti, si tratta solo di una speculazione finanziaria".

Ma Qiu, che ha confessato di essere un fan del re del pop, ha risposto che questo ranch aiuterà a mantenere vivo il ricordo della star americana.

"La sua musica è un'eredità che non deve essere dimenticata. Noi vorremmo anche istituire un fondo, i cui proventi vengano poi destinati ai ragazzi con un talento nella musica"

La scorsa settimana, una biografia di Michael Jackson in cinese è andata a ruba nelle librerie, una biografia scritta da due autori che hanno lavorato sull'opera ininterrottamente per due giorni, ma che non avevano mai incontrato il re del pop.

 
<p>La statua di cera dedicata a Michael Jackson nel museo Madame Tussauds a Londra. REUTERS/Stephen Hird</p>