G8, all'Aquila dal Giappone una palestra e una sala da musica

martedì 7 luglio 2009 21:50
 

ROMA (Reuters) - Il Giappone regalerà all'Aquila una palestra ed una sala concerto costruita con tecniche antisismiche, per un impegno economico di 500.000 euro, e invierà in Abruzzo una squadra di esperti in ricostruzione.

Lo hanno annunciato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il premier giapponese Taro Aso, che in serata si sono incontrati a Roma in vista del G8 che partirà nel capoluogo abruzzese domani.

"(Taro Aso) Mi ha sorpreso portandomi un plastico di una realizzazione che il suo paese intende fare all'Aquila", ha spiegato Berlusconi. "Si tratta di una palestra e di una sala concerto", ha aggiunto, sottolineando che il Giappone ha "anche generosamente offerto un sistema di luci save energy".

Il premier nipponico ha sottolineato che la palestra potrà essere usata "come rifugio in caso di emergenza" e che la sala da musica sarà creata nel giro di qualche mese con una "carta speciale" in grado di resistere negli anni.

Secondo i dati forniti dal governo giapponese, per la realizzazione saranno messi a disposizione 500.000 euro, di cui oltre 401.000 provenienti da donazioni di privati giapponesi, incluse società nipponiche presenti in Italia.

"Spero che il legame profondo tra i nostri due paesi venga rafforzato ulteriormente", ha aggiunto Aso, ricordando la soliderietà verso gli abbruzzesi di tutti i cittadini giapponesi.

Berlusconi ha annunciato inoltre di voler lavorare per aumentare gli attuali 10 miliardi di intescambio commerciale tra Italia e Giappone.