G8, Berlusconi respinge attacchi stampa estera, cita Papa

martedì 7 luglio 2009 20:42
 

di Giselda Vagnoni

ROMA (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, travolto in casa e all'estero dalle polemiche sulle sue frequentazioni di giovani donne, respinge le accuse della stampa estera sulla sua capacità di presiedere il G8 e legge le parole di stima inviategli dal Papa.

In una conferenza stampa convocata alla vigilia del G8 de L'Aquila, da cui i diplomatici dicono di non aspettarsi "fuochi di artificio", un Berlusconi insolitamente tirato ha detto che gli articoli critici e le immagini sui suoi party non influenzeranno i lavori del vertice "nel modo più assoluto".

"Ho un rapporto continuativo e costante con i miei colleghi che conoscono bene i giornali e sanno valutarli", ha detto Berlusconi sottolineando come si appresti a presiedere il G8 per la terza volta.

Il premier non ha mancato di rinnovare le critiche al gruppo gruppo editoriale L'Espresso.

Al giornalista de La Repubblica che aveva chiesto se temeva impatti sul G8 dagli articoli pubblicati su testate estere ha così risposto: "Mi sembra strano che la domanda arrivi da uno che appartiene al suo gruppo editoriale che prima ti butta addosso queste calunnie e poi se la prende con te perchè queste calunnie fanno male all'Italia. Complimenti!".

GUARDIAN HA PRESO GRANDE CANTONATA

Berlusconi è stato oggetto di molti articoli ed editoriali sulla stampa nazionale e internazionale da quando la moglie ha chiesto il divorzio accusandolo di frequentare minorenni e da quando una escort barese ha detto di aver trascorso la notte con lui.

"Non c'è una cosa vera di quello che avete scritto dalla minorenne in poi", ha ribattuto ancora a conferenza stampa conclusa.   Continua...