Carovita, studio: Tokyo e Osaka città più care, Milano 11esima

martedì 7 luglio 2009 12:51
 

MILANO (Reuters) - E' Tokyo la città più cara per chi vive in un paese diverso dal proprio, seguita da Osaka e Mosca, mentre Johannesburg è la più economica.

E' quanto emerge dall'ultima indagine sul costo della vita -- condotta da Mercer su 143 città in sei continenti -- in cui Milano si attesta undicesima, appena fuori dalla top ten, mentre Roma scende al 18esimo posto, perdendo due posizioni rispetto all'anno scorso.

L'indagine di Mercer, utilizzata per aiutare le multinazionali e i governi a determinare le indennità per i propri dipendenti all'estero, "mette a confronto il costo di oltre 200 articoli in ogni città, compresi alloggi, trasporti, cibo, abbigliamento, prodotti per la casa e il tempo libero", come spiega la nota che la presenta.

Per stilare la classifica, continua la nota, vengono assegnati 100 punti a New York, che funge da riferimento per calcolare la posizione di tutte le altre città.

"Quest'anno si osservano notevoli variazioni nelle posizioni delle città, dovute principalmente alle oscillazioni dei cambi a livello mondiale. La maggior parte delle città europee ha perso posti in classifica; Varsavia ha subito il cambiamento più significativo, perdendo ben 78 posti (dal 35° al 113°)", spiega la nota.

A salire nella classifica delle città in cui il costo della vita è più elevato sono invece le città Usa, quelle cinesi, giapponesi e del Medio Oriente: "New York è una new entry tra le prime 10, passando dal 22° all'8° posto, Pechino si attesta al 9° posto contro il 20° del 2008. Il Giappone ha ora due città tra le prime 10 e Dubai ha recuperato 32 posizioni per attestarsi al 20° posto".

"Tra le conseguenze dirette della recessione economica dello scorso anno abbiamo osservato delle fluttuazioni significative nella maggior parte delle valute mondiali", ha commentato Nathalie Constantin-Métral, senior researcher di Mercer. "Molte valute, tra cui l'Euro e la sterlina inglese, si sono fortemente indebolite rispetto a un dollaro più forte, facendo scendere vertiginosamente nelle classifiche diverse città europee".

"Il costo dei programmi per gli expatriate è notevolmente influenzato dalle oscillazioni nei cambi e dai tassi di inflazione. Ora che il contenimento dei costi e i tagli sono tra le maggiori priorità per quasi tutte le organizzazioni, è fondamentale tener d'occhio l'evoluzioni dei fattori che determinano il costo della vita per gli expatriate e le indennità per l'alloggio", ha concluso.

Di seguito, le prime dieci città della classifica del 2009:

1- Tokyo, 2- Osaka, 3- Mosca, 4- Ginevra, 5- Hong Kong, 6- Zurigo, 7- Copenhagen, 8- New York, 9 - Pechino, 10- Singapore.