Calciatore colombiano uccide tifoso che lo insultava

lunedì 6 luglio 2009 10:55
 

BOGOTA (Reuters) - Un calciatore colombiano ha sparato ad un tifoso, uccidendolo, perché quest'ultimo lo aveva definito "vigliacco". E' successo ieri, dopo che la squadra in cui militava il calciatore aveva perso una partita del campionato nazionale, secondo quanto riferisce la polizia.

Javier Florez, centrocampista dell'Atletico Junior, squadra di Barranquilla, è inizialmente fuggito dalla scena del crimine, salvo poi consegnarsi alle autorità.

Alcuni testimoni oculari hanno raccontato di aver visto Florez sparare al tifoso, un elettricista di 27 anni di nome Israel Castillo, dopo che quest'ultimo lo aveva apostrofato con il termine colombiano "maleta".

L'Atletico Junior aveva perso la finale del titolo di Apertura contro l'Once Caldas alla fine di giugno.

Questo episodio riporta alla memoria un'altra tragedia legata al calcio in Colombia, quella di Andres Escobar, difensore della nazionale ucciso a colpi di pistola dopo una brutta prestazione durante i mondali del 1994, svoltisi negli Stati Uniti.

 
<p>Il calciatore colombiano Javier Florez (sinistra) e il calciatore messicano Tomas Campos (destra). HR/ME</p>