G8,assistenza sanitaria a partecipanti garantita da Forze armate

domenica 5 luglio 2009 18:29
 

ROMA (Reuters) - Il ministero della Difesa ha messo a disposizione una task force che garantirà l'assistenza sanitaria a tutti i partecipanti al G8 dell'Aquila, in programma dall'8 al 10 luglio nella scuola sottufficiali della Guardia di Finanza di Coppito.

"In essa opera il personale sanitario di Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri, costituito da medici, infermieri e altro personale paramedico delle forze armate, in tutto 73 militari che, all'occorrenza, presteranno le cure a quanti avranno necessità di assistenza, durante le varie fasi del G8", si legge in una nota.

La task force sarà attiva 24 ore su 24, ed è in grado di effettuare analisi di laboratorio come pure la stabilizzazione medica e chirurgica di eventuali pazienti, con successiva evacuazione con velivoli o elicotteri attrezzati.

"Garantirà durante tutto l'orario dei lavori l'apertura di ambulatori specialistici di cardiologia, oculistica, odontoiatria, ortopedia, otorinolaringoiatria, ginecologia e dermatologia. In locali separati per uomini e donne avverrà l'osservazione breve dei pazienti. E' presente, inoltre, una farmacia con reperibilità nell'arco orario notturno".

"Alle dipendenze della Joint Task Force Sanità è stato predisposto anche un poliambulatorio mobile con capacità otorinolaringoiatria, cardiologia e oculistica, collocato in aerea limitrofa al media center", presente all'interno della Scuola delle Fiamme Gialle.

"I casi più gravi verranno sgomberati grazie all'ausilio di due elicotteri multiruolo HH3F e due aerei C27J... Presso gli aeroporti di Ciampino, Pratica di Mare e di Preturo sono presenti tre posti medici avanzati".

Ai militari impegnati per il G8 a supporto delle forze dell'ordine, invece, l'assistenza sanitaria verrà garantita dal personale medico degli stessi reparti schierati nell'area d'interesse, con quattro ambulanze e 13 tra medici e infermieri dell'Esercito.

 
<p>Il ministro della Difesa Ignazio La Russa a Bruxelles. REUTERS/Yves Herman</p>