Francia: Cheb Mami, star musica rai, condannato a 5 anni carcere

venerdì 3 luglio 2009 16:46
 

BOBIGNY, Francia (Reuters) - Cheb Mami, star algerina della musica rai, di è stato condannato oggi a cinque anni di prigione da un tribunale francese per violenze ai danni della sua ex compagna francese, che voleva costringere ad abortire.

Il tribunale ha ordinato che l'artista, arrestato lunedì scorso al suo rientro in Francia dopo due anni passati in Algeria, resti in carcere.

L'agente di Mami, Michel Le Corre, è stato condannato a quattro anni, mentre Hicham Lazaar e Abdelkader Lallali, ritenuti gli esecutori delle violenze e attualmente latitanti, sono stati condannati rispettivamente a tre e sei anni di carcere.

La causa riguardava il sequestro, avvenuto il 28 e 29 agosto 2005, della vittima nella villa del cantante ad Algeri, e alle violenze inflittele durante un'intera nottata da Kader Lallali e due "mammane" non identificate, istigate da Cheb Mami e Michel Le Corre.

Nel corso del processo, Cheb Mami ha parlato di "colpa" ma non ha espresso alcun pentimento per la vicenda e non si è mai rivolto direttamente alla sua ex. Ha riconosciuto di essere stato informato dei fatti ma ha addossato la responsabilità sul suo agente, affermando di non avervi mai assistito.

Il cantante, 42 anni, vero nome Mohamed Khelifati, è una star in Algeria, dove ha lanciato il genere rai negli anni 80, prima di esportarlo in Francia.